Gli EP del mese – settembre 2020

L’EP è ormai un formato sempre più diffuso per la pubblicazione di nuove canzoni da parte delle band, italiane e non. Spesso, purtroppo, chi scrive di musica tende a privilegiare la trattazione degli album, e questo crea il rischio che lavori assolutamente validi non abbiano lo spazio che si meriterebbero. Da questa considerazione è nata la nostra scelta di raggruppare mensilmente una serie di recensioni brevi sugli EP ascoltati nel periodo di riferimento, così che i nostri lettori possano avere uno sguardo d’insieme anche su questo tipo di pubblicazioni.

ALESSANDRO RAGAZZO – Ricordi? (2020, Rokovoko Records)
Ricordi? è un’opera caratterizzata dalla compresenza di due anime: quella “triste triste”, rappresentata dalle tracce Se t chiedo, Quelli di sempre e Mi sudano gli occhi; e quella “triste felice”, ovvero Domani e Perù. La sensibilità pop di Alessandro Ragazzo si manifesta in melodie accattivanti e ritornelli che si insinuano immediatamente nei meandri della memoria, ma qui non è solo questione di memorabilità: la qualità della scrittura è palese, e anche le strofe diventano non meri preludi ma colonne portanti di ogni canzone. I versi dell’EP ci raccontano storie della provincia italiana, “tra sogni di viaggi mai realizzati, relazioni perse senza alcuna possibilità di essere recuperate, desideri irrealizzabili e birre con gli amici”, con un trait d’union a legare i temi di ogni capitolo, ovvero proprio quei ricordi citati nel titolo dell’opera. Nel complesso, Ricordi? è un EP “solo grandi pezzi” per chi è già innamorato del pop italiano e anche per chi vuole (tornare a) innamorarsene.
Ascoltalo su Spotify

INSONIA ROSA – Nel momento del bisogno (2020, autoprodotto)
Gli Insonia Rosa sono un duo brianzolo che si muove tra influenze che vanno dal cantautorato rock all’indie-pop con movenze elettroniche, un genere sempre aperto a nuove contaminazioni, un’inarrestabil e nuova evoluzione sonora e di scrittura che non perde mai di vista certi giganti della tradizione cantautorale italiana, complice anche la collaborazione del produttore Fabio Moretti (produttore, autore e chitarrista di molti artisti tra cui Tony Hadley, Roberto Vecchioni…). “Nel momento del bisogno” è un disco forte e incisivo, un rock che senza sbavature che non risulta mai eccessivo e che riesce a smuovere senza moralismi. Un’ottima prova a cui speriamo segua anche un album.
Ascoltalo su Spotify

LEANÒ – Tempio (2020, Sunbeat Music)
Primo disco della giovanissima cantautrice milanese. Una prima e buonissima prova per una delle voci più interessanti dell’underground di Milano, un nuovo e brillante capitolo a metà strada tra gioco e introspezione: la forza di Leanò è una voce potente e che allo stesso tempo svela un’anima fragile in cui è facile innamorarsi. Astuta osservatrice, Leanò racconta le notti insonni, gli amori estivi e le gite in barca fino all’alba. Tempio è in definitiva la colonna sonora che stavamo aspettando per questa strana estate che stiamo passando.
Ascoltalo su Spotify

wLOG – Nisba (2020, Gol Dischi)
Quello di wLOG è un nuovo disco che si può tradurre con il concetto milanese di “nisba“, termine che a Milano significa “niente”. E dentro questo niente, c’è l’elettronica e tutto ciò che ci hanno insegnato i cinque anni di it-pop che abbiamo appena passato, quel sentimento che ci spinge a lasciar perdere tutto, a lasciarsi andare, a perdere tutto. Ascoltare questo disco ci riporta a quei momenti magici dove perdavamo la testa ondeggiando in discoteca, la sensazione del nisba. Un ottimo disco, di quell’ignoranza un po’ sana che ci può accompagnare durante i brevi viaggi in macchina. Milano, sii orgogliosa di tutto questo “nisba“.
Ascoltalo su Spotify

LINCE (feat. Thai Smoke) – Qualità Italiana (2020, autoprodotto)
Qualità Italiana è un ritratto atipico di Torino, che raggruppa insieme la scena rap underground in un modo mai fatto prima. Quello di Qualità Italiana, che già dal titolo si impone come manifesto orgoglioso nazionale è un ritratto sintetico e atipico della città di Torino e di questo 2020 che sembra voler far incontrare generazioni di rapper che hanno visto una casa in questa città: Questo ep vuole essere un punto di rottura con quella visione stantia e vuole dare una nuova chiave di lettura della scena rap cittadina (Lince). Intensissimo, incredibile, e veramente divertente. Il disco estivo che stavamo aspettando. 
Ascoltalo su Spotify

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.