Piro – Eroi del 2020

ANNO: 2020
GENERE: Pop/Cantautorato

PROTAGONISTA: Piro è il nome d’arte di Alberto Piromallo Capece Piscirelli, cantautore romano classe 1991 che qualcuno probabilmente conoscerà già per essere stato la voce e la penna del gruppo rock degli ELLEPPì. Piro si avvicina già da bambino al mondo della musica, dapprima prendendo lezioni di chitarra e successivamente di canto- Crescendo comincia ad appassionarsi ai grandi nomi della storia della musica contemporanea, come Battisti e i Radiohead, ma è soltanto sul finire dei suoi studi al DAMS che si avvicina al panorama della musica indipendente.

Attualmente, Piro sta portando a termine un master per lavorare nell’industria musicale, e al contempo ha deciso di pubblicare il suo primo album da solista: Eroi del 2020, disco che è già stato anticipato dai singoli La donna del futuro, Vodkaredbull e Città d’Oriente.

INGREDIENTI: Un po’ di pop, un po’ di cantautorato, un pizzico di indie: sono questi gli ingredienti fondamentali di Eroi del 2020, un disco che sa di quotidianità e di leggerezza. Ma chi sono questi eroi? Per Piro, gli eroi del 2020 sono tutti coloro che non hanno paura di vivere intensamente. Sono tutti coloro che per qualche fragile momento hanno creduto davvero di essere eroi e di poter cambiare il mondo, ma che hanno visto quell’illusione sgretolarsi davanti ai propri occhi. E nonostante tutto hanno ancora la forza di emozionarsi come bambini.

DENSITÀ DI QUALITÀ: Eroi del 2020 è un disco tutto sommato di piacevole ascolto, ma purtroppo non è un disco che rimane. C’è poco di veramente caratteristico, complice anche un sound piuttosto monotematico che non si permette quasi nessuna variazione. Un punto di forza sono i testi, pregni di quella poesia semplice che deriva dall’esperienza del quotidiano e che piace tanto ai cantautori nei nostri giorni, ma non avendo un supporto strumentale degno di nota, finiscono inevitabilmente per perdersi.

  • 6/10
    Voto - 6/10
6/10

Giudizio riassuntivo

Eroi del 2020 è un disco piacevole e pieno di buone intenzioni, ma non ancora completamente maturo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *