CELESTE – UNIVERSO (Artemisia)

ANNO: 2022

GENERE: urban, rap, pop

LABEL: Indipendente

PROTAGONISTI: Protagonista indiscusso del lavoro di CELESTE, ovviamente, è lo stesso CELESTE: “UNIVERSO (Artemisia)” è come fosse una sorta di narrazione delle avventure del narratore, che incentra il fulcro dell’album sulla tematica amorosa. “Artemisia”, presente nel sottotitolo dell’album, è la presenza-assenza di un lavoro che pare intenzionato a raccontare come l’amore possa salvare, sì, ma anche distruggere. 

INGREDIENTI: L’enumerazione degli ingredienti di “UNIVERSO” è ben difficile da portare a termine, perché la caratteristica predominante dell’album è indubbiamente la molteplicità di mani e orecchie che hanno lavorato ai beat di CELESTE. C’è indubbiamente la scuola hiphop nella penna di Simone, ma emergono anche tratti musicali che richiamano all’alt-rock (“Mezza Estate”), al pop-punk (“18 anni”) per arrivare al mainstream di stampo it-pop di “Universo”, title-track e brano forse più “melodicamente” interessante dell’intero EP.

DENSITA’ DI CONTENUTO: Nel parlare di “UNIVERSO” non possiamo certamente dimenticare quello che, in primis, questo lavoro è: si tratta infatti di un esordio, e come tutti gli esordi non può che essere ricco di spunti di crescita ma anche di eventuali ricadute date dall’inesperienza. Non tutti i brani, ad esempio, presentano una continuità qualitativa di scrittura: alcuni cali di tensione emergono dall’ascolto delle canzoni, che hanno però la forza di scorrere bene nel complesso di una tracklist che non annoia in virtù sopratutto della forte diversità interna dei brani che propone. Le cose più interessanti, sia a livello di melodia che di testualità, emergono sicuramente in “Universo” e “18 anni”; quest’ultimo, in particolare, gode di un piglio sincero e autentico che è presente in tutti gli altri brani, certo, ma qui si mostra in modo ancora più caustico, serrato ed intenso.

VOTO: 6 e mezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.