Interview: DiMeglio

DiMeglio è un indie boy col profilo greco e baffi nostrani, figlio degli anni Ottanta e amico del Gin Tonic che racconta nel suo ultimo singolo, e un po’ e anche in quest’inntervista, dal titolo Palinuro. La sua notte di San Lorenzo.

Spiega cosa vuol dire Palinuro a chi non ha mai sentito questa parola prima!
Palinuro è una località marittima che si trova in Campania, più precisamente tra le bellezze del Cilento, posto che amo e che mi vede scorrazzare una volta l’anno durante le vacanze estive.

Chi è DiMeglio e cosa dobbiamo aspettarci da lui?
DiMeglio è un ragazzo di 24 anni che vuole fare musica e mettere sul piatto già ricco della musica italiana il proprio IO. Cosa aspettarsi da me non lo so neanche io, voglio solo cercare di raccontare qualcosa di condivisibile e di farne un lavoro. Di sicuro troverete tanta voglia di crescere.

Palinuro parla di una storia estiva?
Diciamo che è una storia un po’ romanzata ma con qualche citazione reale. L’intento era quello di raccontare una vacanza estiva nella quale potersi rivedere, e rievocare un senso di nostalgia per le estati andate, gli amici, gli amori, le sere, il mare. Potrebbe essere la colonna sonora di Abbronzatissimi (rido da solo).

Le storie estive sono diverse dalle storie “normali”? In cosa? Gli alcolici hanno qualche influenza?
Beh penso che la differenza sostanziale sia il caldo, i vestiti corti, la leggerezza, la spensieratezza, la libertà, tutte cose che con l’alcool vanno a nozze.

Qual è il tuo background musicale? Qualcosa che non ci aspetteremmo?
Il mio background musicale è molto semplice. Da ragazzino ascoltavo un po di tutto, grazie a mio fratello più grande Yuri. I miei idoli indiscussi erano sicuramente i Blink 182 e devo dire che è proprio grazie a loro che ho iniziato a suonare e a mettere su qualche band. Amavo il loro spirito ed essere uno skater punk. Ai Blink devo anche l’avermi fatto conoscere Robert Smith e i The Cure con un brano dal nome “A letter to Elise”, brano dei The Cure che rifecero in un feat con Robert Smith. Da li è stato amore, e i The Cure fanno ancora parte della mia vita, e mi accompagneranno per il resto dei miei giorni. Poi ho passato il periodo punk hardcore, ma questa è un’altra storia.

Poi c’è David Bowie, ma insomma, che ve lo spiego a fare Bowie? Tutti dovrebbero ascoltarlo. Per quanto riguarda la musica italiana i miei primi approcci furono dati dai miei genitori e i loro ascolti, da una parte mio padre che ascoltava musica napoletana, tra cui l’artista che io amo e che sarà sempre nel mio cuore, Pino Daniele, che per la musica italiana ho preso come punto di riferimento, come un padre, come un vate e attraverso la sua musica mi ha insegnato tantissimo, mi ha dato tanta forza, coraggio e speranza. < Ti devo tanto Pino, ti devo un mondo! >

Dall’ altra parte mia mamma ascoltava la musica leggera in generale, Battisti, Dalla, Venditti, Baglioni li ho sentiti per la prima volta da lei. È da anni che abbiamo Radio Italia in rotazione quando fa i mestieri, e tutt’oggi mi fa scoprire qualcosa di nuovo. Poi questi artisti me li sono approfonditi da solo e me ne sono perdutamente innamorato.

Cosa è successo quella notte di San Lorenzo?
AHAHAH, è successa una situazione un po’ surreale in cui un romano voleva menare un ragazzino di veramente 14 anni, sempre romano, che si atteggiava un po’ tra la gente presente al bar del paese. Beh alla fine il romano per una cosa e per l’altra si è trovato che voleva menare tutto il bar e niente alla fine verso l’alba l’hanno fatto calmare e la sua frase di congedo fu: “perchè la notte è notte, ma se vedemo domani a piccolè!” Beh insomma quel mix di panico e risate che ti manda a casa stordito.

La domanda che non ti ho fatto ma che avrei dovuto?
Con chi vorresti fare un feat tra gli artisti delle nuova scena italiana?
Sicuramente, con GIORGIO POI, lo adoro, e penso che il suo nuovo disco Smog sia pazzesco, ci sono dei capolavori come Napoleone, Vinavil, Stella, Ruga fantasma che mi fanno volare. Chiamami Giorgio! TVB

Seguici!
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *