Pending Lips Festival, serata 1: Lara Groove

Anche quest’anno, tra febbraio e maggio, è tempo di Pending Lips Festival a Sesto san Giovanni. Siamo tra i media partner della manifestazione fin dall’inizio e in questa quarta edizione continuiamo con la tradizione iniziata l’anno scorso di segnalare la miglior band di ogni serata eliminatoria. Iniziamo quindi questa settimana a dirvi due cose su chi ci ha convinto di più in questa serata inaugurale.

In questo primo appuntamento dedicato alla kermesse sestese, vi parliamo dei Lara Groove. Questo quintetto milanese, in attività dall’inizio del 2014, si definisce nu soul e cita tra i generi musicali che influenzano la propria proposta soul, reggae, funk, jungle, dubstep. Noi che li ascoltavamo dal vivo per la prima volta abbiamo avuto l’impressione che il loro nome contenga il loro maggior punto di forza, ovvero il groove. Le ritmiche, infatti, sono state per tutto il tempo molto coinvolgenti, facendo venire in mente una sorta di ideale punto d’incontro tra i Subsonica e i Casino Royale. Buono poi l’uso della chitarra e di alcuni campionamenti elettronici per dare concretezza al tutto, ben congegnate le interazioni tra una voce femminile più melodica e una maschile più tendente al parlato e sempre interessante lo sviluppo delle canzoni, sia quando erano brevi e compatte che quando erano più lunghe e articolate.

Qui sotto potete ascoltare un assaggio sotto forma di video live in studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.