Interview: Tiziano Torri

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Tiziano Torri, cantautore ventunenne al suo esordio artistico che venerdì 5 febbraio ha pubblicato il suo primo singolo dal titolo Aeroplani, un pezzo in cui il sentimento in scena è l’amore, comprensivo di tutte le sue sfumature e inteso nella sua totalità. Il brano presenta delle sonorità coinvolgenti, attraversate da un forte senso di malinconia, ed è stato arricchito dalla produzione di Manuel Finotti.

Ciao Tiziano e grazie per essere qui con noi. Prima di cominciare, ti chiediamo di presentarti a chi sente parlare di te per la prima volta grazie a questa intervista.

Ciao, mi chiamo Tiziano Torri, ho 21 anni, vengo da un paese in provincia di Latina, sono uno studente universitario e sono un cantautore, scrivo canzoni da quando ho 15 anni, solo quest’anno ho deciso di pubblicare il mio primo singolo Aeroplani.

Parliamo un po’ del tuo background musicale: come hai cominciato a cantare e quali sono gli artisti che ti hanno maggiormente ispirato nel tuo percorso?

Ho cominciato a cantare a 15 anni, credo che il canto derivi dal fatto che scrivo canzoni. Senza dubbio i cantautori pilastro della musica italiana mi hanno ispirato di più. Ricordo che da bambino, quando mia madre mi portava al mare, c’erano le canzoni di Battisti a tutto volume.

In che momento hai composto Aeroplani e che cosa vorresti comunicare con questo pezzo?

Aeroplani l’ho scritta in una notte di novembre dell’anno scorso, era il momento giusto per tirar fuori certe parole che da tempo avevo in testa. Vorrei arrivare la speranza e il coraggio. Il coraggio di chi non ha paura ad ammettere di aver trovato la salvezza nelle mani che gli vengono tese.

Come è stato collaborare con Manuel Finotti e in che modo ne sei stato arricchito?

Collaborare con Manuel è stato formativo, ho fatto tesoro di tutti i suoi consigli, lui è un grande professionista.

Sei un artista molto giovane, quindi è il momento della fatidica domanda: dove speri di essere tra dieci anni?

Spero di essere su un palco a suonare le mie canzoni e magari sotto quel palco tante persone che le cantano con me.

Quali sono i prossimi step del progetto?

I prossimi step sono sicuramente far uscire nuova musica, ho tanto, anzi tantissimo ancora da dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *