Interview – Magli

Lo scorso 8 aprile è uscito il nuovo singolo di Magli dal titolo “Libera“, fuori per ACP Records e distribuito da Believe. Un brano che affronta il tema dell’insicurezza ed inedeguatezza che spesso, nonostante la fatica di nasconderla al mondo, fa parte di ognuno di noi a meno che non si vogliano cambiare le cose. “Libera” ha come protagonista una ragazza che funge da specchio per Magli ed affronta proprio spiegando il senso di vuoto, che pian piano si trasforma in voglia di andare avanti, di essere felici delle piccole cose come stare sdraiati per ore a guardare il mare.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Magli per conoscerlo meglio:

  1. Quali sono le tue influenze musicali? Qualcosa che non ci aspetteremmo mai?

Ho iniziato a fare musica ascoltando soprattutto pop punk e rock. Le mie prime influenze sono state Green Day e Blink 182. Ad oggi un gruppo a qui vorrei ispirarmi sono i Silk Sonic.

  • Cosa volevi comunicare con il tuo nuovo singolo “Libera”?

Con Libera vorrei fare in modo che chi vive un disagio interiore che nessuno può capire, non si senta solo, perché in tanti anche se non lo fanno vedere all’esterno, vivono ogni giorno ansie personali. Vorrei fare in modo che chi ascolta trovi la forza di superare questa condizione.

  • Esiste una scena musicale a Carrara? E chi ne fa parte?

Ci sono molti cantautori talentuosi come ad esempio Leo Caleo. Purtroppo, la pandemia ha bloccato quei pochi live che c’erano ma sono sicuro che ripartirà più forte di prima.

  • Come inizia il tuo percorso con APC Records?

Inizia grazie alla grande stima e complicità che ho con Mirko Mangano che, insieme a Lele Cecchini producono i miei brani.

  • Quale domanda avrei assolutamente dovuto farti e non ti ho fatto?

I baffi e la folta chioma bionda che indossi in alcuni video sono finti? “Autorisposta” quello che è nei video è uno stunt-man e i suoi baffi sono assolutamente veri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.