Interview – Davide Astorri

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Davide Astorri, cantautore di 23 anni residente a Castiglione D’Adda. Lo scorso 16 aprile è uscito in rotazione radiofonica Se ti va, il suo ultimo singolo, una canzone che l’artista ha scritto in seguito ad un lutto e che ha l’obiettivo di trasmettere le emozioni che si provano a seguito ad una perdita o allontanamento di una persona cara. Anche se il brano è dedicato ad una persona scomparsa, tutti devono rivedersi in queste parole e avere la possibilità di adattarle al proprio vissuto.

Questo è quello che ci ha raccontato:

Ciao Davide e benvenuto su Indie-Roccia! Prima domanda per rompere il ghiaccio: chi è Davide Astorri e come nasce il suo progetto musicale?

Ciao, grazie di darmi l’opportunità di raccontare qualcosa di me. Sono un ragazzo di 23 anni, studente e lavoratore. Il mio progetto nasce dal bisogno di esprimere delle emozioni. Pur essendo un ragazzo estroverso preferisco tenermi dentro tutto ciò che provo. Circa un paio di anni fa ho iniziato a scrivere e ho visto che riuscivo con più facilità ad esprimere ciò che stavo provando in qual periodo… è iniziato tutto da qui.

Che cosa ne pensi della scena musicale italiana e come pensi di poterla arricchire?

Questa è una bella domanda! In generale amo tutti i generi, credo si possa crescere anche ascoltando della musica non affine a quella che si produce. Non ho la presunzione di poterla arricchire, ho l’obiettivo di farmi conoscere per quello che sono e di scrivere ciò che vivo. Mi sono circondato di persone che possono dare tanto dal punto di vista musicale… Per la realizzazione di Se ti va mi hanno aiutato due grandi amici, Sebastiano Barbieri e Andrea Dametti, rispettivamente hanno registrando la batteria e la chitarra elettrica.

Se ti va è un pezzo che affronta il tema della perdita. Potremmo dire che la musica è stata qualcosa che ti ha aiutato ad affrontare il lutto? In che modo?

Si, sicuramente mi ha aiutato è stata una valvola di sfogo in un periodo nel quale i contatti umani si erano azzerati a causa del virus

C’è qualche artista che ti ha ispirato particolarmente lungo il tuo percorso?

Non direi uno in particolare, più che altro tutta la scena pop italiana e straniera

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi prossimi progetti?

Si, a luglio vorrei uscire con un altro singolo. Sarà diverso da Se ti va, sarà più movimentato con l’intenzione di far cantare e divertire chi lo ascolterà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *