Interview: Vea

Abbiamo intervistato Vea, cantautrice torinese con tante idee per la testa e tantissime cose da raccontare! Questo è stato il risultato del nostro scambio di mail in attesa dell’uscita del suo nuovo singolo!

Ciao Vea, abbiamo ascoltato in anteprima il tuo ultimo singolo e ci è piaciuto. Qual è stata l’esigenza artistica che ti ha spinto a scriverlo?

Ciao, sono molto felice di sapere che vi sia piaciuto. E’ un brano complesso, che mi è stato suggerito dal mare circa un anno fa.Stavo andando in Sicilia e, non appena mi sono affacciata dal traghetto per godere della vista dell’acqua, sono stata colta dalla malinconia di trovarmi davanti ad un paesaggio splendido, reso teatro di orrori.Questo brano parla della crudeltà dell’uomo e delle morti in mare dal punto di vista di Cola Pesce, un personaggio leggendario che pare si sia sostituito ad una tre colonne portanti della Sicilia perché compromessa. E’ un uomo che si è sacrificato per la sua terra, per i suoi fratelli,  ora costretto a vedere tutto il male del mondo cadere dal suo cielo…il mare.

C’è qualcosa che cambieresti del tuo ultimo singolo? Qualcosa che in realtà non ti piace?

No…è troppo giovane per guardarlo già da lontano in maniera così critica, è ancora il mio bellissimo bambino, nato da una “coppia” all’apice del suo amore artistico: parlo di me e del mio produttore Enrico Dadone, che ringrazio molto per aver accettato di lavorare con me al mio nuovo disco. 

Vedremo una nuova Vea dopo? Cosa dobbiamo aspettarci?

Si decisamente. Sono sempre io, ma con nuove sfumature, più riflessive. Come dicevo poco prima, la differenza starà anche nel sound che stiamo creando, fatto di arrangiamenti ridotti all’essenziale proprio per esprimere al meglio il carattere di ogni narrazione, di ogni atmosfera. 

Ci saranno occasione per vederti dal vivo prossimamente?

Farò un piccolo live durante il Busker Festival di Torino il 21 Settembre in una zona periferica di Torino, chiamata Falchera. E poi spero di tornare a Roma molto presto e di continuare a girare un po’ per l’Italia, mentre ultimiamo il disco. Insomma per un po’ mi concentrerò sul lavoro in studio. 

Se potessi scegliere cinque artisti con cui collaborare, chi sceglieresti?

Carmen consoli, Brittany Howard, Achille Lauro, Mahmood, Ivano Fossati 

Ti vedremo mai in qualche talent?

Allora…l’idea di essere sparata su un palco fighissimo, pieno di luci, supermusicisti e ballerini volanti, OVVIAMENTE, mi esalta, ma non so quanto sia adatta alla circostanza televisiva. Preferirei salire sul palco di tutti i festival del mondo. 

Salutaci con una frase di un tuo brano! 

Vi anticipo una frase che sarà nel nuovo disco: “Ricomponi i pezzi e salutami a figura intera”

https://www.facebook.com/veangelotti/
https://www.youtube.com/watch?v=NO9zv1mSIhg

Seguici!
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *