Le scelte dello staff: Stefano Bartolotta

Lo dico subito: questo 2016 mi è piaciuto. Intanto, per quanto mi riguarda, ha portato il disco italiano più bello di tutti gli anni Dieci, o almeno di questi primi sei anni, che ovviamente è quello che sta in cima alla mia classifica. Poi, ho ascoltato diversi dischi belli, tanto che ho davvero fatto fatica a fare una Top 10, infatti intendo sfruttare questo spazio per specificare anche altre cose che mi sono piaciute. Certo, alcune delusioni ci sono state: mi riferisco ai Perturbazione, ai Thegiornalisti e a L’Officina Della Camomilla, mentre per I Cani non posso parlare di delusione perché non mi era piaciuto nemmeno il precedente, speravo di tornare ad apprezzarli dopo aver adorato il debutto e invece niente. Quello che mi è mancato, inoltre, è stato un nome che arrivasse tipo fulmine a ciel sereno e mi stendesse: di bei debutti ce ne sono stati, ma erano tutti progetti che giravano da un po’. Infine, due parole sui due nomi più chiacchierati e apprezzati dell’anno: Cosmo non mi è mai piaciuto, né da solista, né coi Drink To Me, e questo disco non ha fatto che confermare la mia opinione; quello di Motta, invece, è carino, parte molto bene con le prime quattro canzoni, poi secondo me si perde un po’ troppo nella ricerca del bel suono e la qualità del songwriting cala un po’.

A parte questi dettagli, sono stato contento di quello che ho ascoltato e recensito e non vedo l’ora delle tantissime uscite già in programma per il 2017.

La Top 10
1. Klimt 1918 – Sentimentale Jugend
2. Sin/Cos – InPrism
3. Guignol – Abile Labile
4. Mimes Of Wine – La Maison Verte
5. Maurizio Chi – Due
6. Fabio Cinti – Forze Elastiche
7. Warm Morning Brothers – A Bunch Of Weeds
8. Bottega Baltazar – Sulla Testa Dell’Elefante
9. Emiliano Mazzoni – Profondo Blu
10. Spartiti – Austerità

I successivi 15, in ordine sparso
Brothers In Law, Sara Velardo, Ilaria Pastore, Soviet Soviet, Giorgieness, LeLe Battista, ED, Ex-Otago, Marcello E Il Mio Amico Tommaso, Pipers, Old Fashioned Lover Boy, Afterhours, Kama, Claudia Is On The Sofa, Brenneke

Gli ulteriori 20, in ordine sparso
Mai Stato Altrove, There Will Be Blood, Flame Parade, Birthh, Giovanni Ferrario Alliance, Daniele Silvestri, Nicolò Carnesi, Distinto, Zen Circus, Nadar Solo, Od Fulmine, Liede, I Nastri, Norman, Franco E La Repubblica Dei Mostri, Canova, Milo Scaglioni, Morning Tea, Medulla, Psiker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.