Le scelte dello staff: Massimo Bonfigli

Il 2016 si è chiuso con un disco bello e potente, quello dei Soviet Soviet, un colpo di coda che ha un po’ risollevato le sorti di una annata secondo me davvero sottotono. Poche le novità tra cui mi piace segnalare i bellissimi esordi dei Leland Did It per l’elettronica e Sherpa per il rock psichedelico. Vanno poi senz’altro menzionati The Winstons e Brothers in Law.

Per il resto noto che ormai la musica italiana ha decisamente preso una piega (brutta a mio avviso) mainstream e molti gruppi, ma soprattutto molti ascoltatori stanno seguendo – a torto o a ragione -inesorabilmente a ruota!you

1- SOVIET SOVIET – Endless
2- LELAND DID IT – Tempo
3- BROTHERS IN LAW- Raise
4- NOSOUND – Scintilla
5- SHERPA – Tanzlinde
6- GIULIA’S MOTHER – Truth
7- THE WINSTONS – The Winstons
8- MOTTA – La fine dei vent’anni
9- NADAR SOLO – Semplice
10- HIS CLANCYNESS – Isolation culture

Seguici!
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *