Riccardo Sinigallia @ Sound Music Club, Frattamaggiore (NA)

La stagione invernale del Sound Music Club di Frattamaggiore (Napoli) continua con un nome di punta del cantautorato indipendente italiano: Riccardo Sinigallia.
Classe ’70 Riccardo è stato scoperto quando sono venuti fuori i Tiromancino, di cui era componente centrale che ha contribuito alla scrittura e alla produzione di alcuni brani storici del repertorio del collettivo romano.
Nel 2003 lancia la sua carriera solista con l’uscita dell’album omonimo, che lascia già intravedere il talento di un cantautore raffinato dalla scrittura crepuscolare.
Dopo l’esordio arriveranno altri due album: Incontri a metà strada del 2006 e Per tutti del 2014 ai quali Riccardo alterna con successo il lavoro di produttore (Motta, Coez, Luca Carboni, Niccolò Fabi).

Sinigallia si presenta quindi sul palco del Sound a tre anni di distanza dal suo ultimo lavoro, accompagnato dal basso della sua compagna Laura e dalla chitarra di Francesco.
Il live parte con Invece io, traccia di apertura dell’ultimo Per tutti che precede la prima mini hit cantata dal pubblico insieme al cantautore romano, la bellissima Che non è più come prima.
Riccardo pare concentrato e ispirato e il fluire naturale del concerto lo conferma: parla poco e si lancia nei brani con un tale trasporto che il pubblico rimane incantato più volte.

Si continua con il crudo racconto di Io e Franchino e la dolcissima Le ragioni personali.
Alla quinta traccia Riccardo spara la prima bomba del live, Prima di andare via, hit sanremese degli ultimi anni.
Sinigallia ha partecipato infatti al Festival del 2014 con questa canzone scritta a quattro mani con l’amico e collaboratore storico Filippo Gatti.
Subito dopo il live continua con Anni di pace del 2006 che su disco era stata incisa con un featuring dello stesso Filippo e di Emidio Clementi dei Massimo Volume.

Con Bellamore si torna indietro agli anni post-Tiromancino dove le canzoni ricordano da vicino il repertorio dei romani, tracce molto amate dai fan storici di Sinigallia.
A metà concerto lo spartiacque del live quando entra il mandolino a cui si unisce il celeberrimo coretto iniziale: La descrizione di un attimo. Una canzone che ha cambiato il pop italiano del nuovo millennio, e che porta addosso i segni evidenti della penna di Riccardo Sinigallia che l’ha scritta con i fratelli Zampaglione e prodotta da solo.
La versione sommessa e leggera è perfetta per il brano che spogliato della sezione di archi e dei suoni superficiali mostra un volto più naturale e diretto.

La seconda parte del concerto inizia con A cuor leggero, brano recente che Riccardo ha scritto per la colonna sonora di Non essere cattivo di Claudio Caligari e che ha finito per essere candidata ai David di Donatello dell’anno scorso.
Sul finale del live i suoni cominciano ad essere più sporchi e la performance prende un vigore differente, arriva così una canzone dura come La revisione della nostra memoria, nella quale le invettive verso la società odierna vengono lanciate con un certo pathos (“Si aspettano un gesto i nostri politici, i veri mandanti. Imprenditori arroganti e prepotenti, raccomandati mai arrestati“). Poi il concerto si conclude con la meravigliosa Uscire fuori e Buonanotte.

Dopo una breve interruzione Riccardo e i suoi rientrano per gli encore della serata: partono subito con Solo per te (richiesta dal pubblico e attesa da molti in sala) e chiudono definitivamente con una versione elettrica e rabbiosa di Una rigenerazione (che in studio pare un’altra canzone).

Un live di un’artista che non lascia indifferenti, dotato di un talento sicuramente particolare ed elegante.
Un artista prolifico che sta scrivendo pezzi della storia contemporanea della nostra musica, e che dopo 25 anni di carriera è diventato un punto di riferimento dell’intero movimento.
Una serata per pochi, fortunatissimi spettatori.

Scaletta:
1. E invece io
2. che non è più come prima
3. Io e Franchino
4. Le ragioni personali
5. Prima di andare via
6. Anni di pace
7. Bellamore
8. La descrizione di un attimo
9. A cuor leggero
10. La revisione della nostra memoria
11. Uscire fuori
12. Buonanotte

—— ENCORE
13. Solo per te
14. Una rigenerazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *